IV domenica dopo il martirio

IV domenica dopo il martirio

Link alle letture C’è un proverbio popolare che dice grosso modo: “quando il saggio indica la luna, tutti guardano il dito”. Non so se è un’immagine all’altezza dell’espressione usata da Gesù: “voi mi avete seguito non perché avete visto dei segni ma perché avete mangiato di quei pani e vi siete saziati”. Tuttavia, dice bene una difficoltà comune: è più facile concentrarci su quello che facciamo (il … Continua

Print Friendly, PDF & Email

II domenica dopo il martirio

II domenica dopo il martirio

Link alle letture Nel Vangelo Gesù dice che da solo non può fare nulla (“il Figlio da sé stesso non può fare nulla”). Non è una affermazione di poco conto: il Figlio di Dio sostiene di avere bisogno di qualcuno e persino di Dio. Gesù ha avuto bisogno di relazioni e lo ha detto più volte esplicitamente. Ha avuto bisogno di amici intimi che gli stessero vicino … Continua

Print Friendly, PDF & Email

Link alle letture Il Vangelo di oggi racconta lo stupore e la meraviglia dell’annuncio nuovo del Vangelo. Persino Erode, oltre alla folla, sembra incuriosito e stupito della novità che Gesù insieme ai suoi primi discepoli portano in quella terra. Di questa stupefacente novità –come una scoperta inattesa– sembra parlare anche Paolo e Isaia: è come la luce rispetto alle tenebre (Paolo), come la sazietà rispetto alla fame … Continua

Print Friendly, PDF & Email

Domenica prima del martirio di S. Giovanni

Domenica prima del martirio di S. Giovanni

Link alle letture   Il vangelo di oggi è tra le pagine più conosciute e citate di tutto il Vangelo. Una pagina che ha avuto un grande peso storico nei rapporti tra la Chiesa e le varie forme di potere: l’imperatore, la città, lo stato… Un detto che viene spesso citato per dire una separazione tra questi ambiti: da una parte il tuo personale credo religioso (Dio) … Continua

Print Friendly, PDF & Email

Trasfigurazione del Signore

Trasfigurazione del Signore

Link alle letture La prima osservazione che faccio riguarda la parola “alleanza”. Essa fa da sfondo alla pagina di Matteo, Gesù è sul monte, luogo dove Mosè aveva rinnovato l’alleanza del suo popolo. E’ una parola che spesso usiamo nella liturgia: “la nuova alleanza” dice il Sacerdote nella Messa. Forse la diamo per scontata, forse non ci dice molto perché resta intrisa di un senso giuridico che … Continua

Print Friendly, PDF & Email

VI domenica dopo Pentecoste

VI domenica dopo Pentecoste

Link alle letture Non è facile commentare il Vangelo di oggi perché si tratta di uno dei messaggi più importanti della predicazione di Gesù. Siamo al cuore incandescente dell’insegnamento nuovo di Gesù e posso limitarmi solo a due osservazioni. 1) Gesù non parla di una nuova legge civile rivolta a una convivenza irenica e idealistica tra popoli. Se applicassimo quanto dice questa pagina ai rapporti civili di … Continua

Print Friendly, PDF & Email

IV domenica dopo Pentecoste

IV domenica dopo Pentecoste

Link ai testi Molte pagine del Vangelo richiamano alla vigilanza. Gesù sembra preoccupato che i discepoli si mantengano attenti, allerti, vigili. Li paragona ai servi di casa di un padrone che quando torna da un viaggio rientra all’improvviso e non vuole trovarli addormentati; alle vergini sagge che quando arriva lo sposo sono presenti alla porta; al servo che si è preoccupato del talento ricevuto ecc. Vegliare, vigilare, … Continua

Print Friendly, PDF & Email

III domenica dopo Pentecoste

III domenica dopo Pentecoste

Testi delle letture Commento soltanto un versetto della prima lettura: “il Signore Dio prese l’uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse”. Sembra una frase banale, sono convinto invece che dica moltissimo. Anzitutto, non è vero che il primo comandamento è un ordine negativo: non mangiare dell’albero della conoscenza del bene e del male. Prima c’è un comando positivo, prima c’è … Continua

Print Friendly, PDF & Email