VI domenica di Pasqua

Un tema di questa domenica e delle domeniche vicine alla Pentecoste è quello del dono dello Spirito.Credo sia qualcosa di molto più semplice di ciò che si possa dire a parole. Spiegare cosa sia lo Spirto di Dio, stare a discutere se esista o meno uno Spirto nell’uomo… credo siano tutte cose molto più difficili rispetto a raccontarne il suo agire e la sua presenza: che è … Continua

V Domenica di Pasqua

La pagina del Vangelo di oggi è tratta dal lungo discorso di Gesù ai discepoli durante l’ultima cena. È un discorso che dura ben cinque capitoli e, su un totale di ventun capitoli, possiamo dire che è il discorso più importante, come un lungo testamento nel quale Gesù assicura che la sua comunità non sarà lasciata da sola. Poco prima aveva detto: “se mi amate, osserverete i … Continua

IV domenica di Pasqua

Credo che il tema centrale di queste letture sia la comunità. Come vive e cos’è una comunità cristiana?Nella lettura degli Atti, quello che mi colpisce, al di là delle belle parole sulla carità, è che fin da subito la comunità è tutt’altro che un luogo idilliaco dove tutti vanno d’accordo.Fin da subito si creano divisioni e in particolare tra quelli di lingua greca e i nativi ebrei. … Continua

III domenica di Pasqua

Le letture di oggi ci propongono due immagini differenti di battesimo: quello nell’acqua del Battista e quello nello Spirito di Gesù. Il Vangelo di Giovanni non racconta il battesimo di Gesù, come fanno i sinottici, ma al suo posto narra di Cristo che, andando incontro (come nelle apparizioni del Risolto) a Giovanni Battista, viene visto sotto lo Spirito/Colomba. Come possiamo interpretare oggi queste due immagini? Credo che … Continua

Domenica in albis depositis

Il racconto di Pasqua di Maria Maddalena al sepolcro poteva essere intitolato: dalla tristezza alla vera gioia. Il racconto di oggi, sempre di Giovanni, potrebbe invece essere chiamato: dalla incredulità alla fede.Dalla incredulità alla fede è l’itinerario che fa Tommaso e di questo percorso vorrei mettere in luce alcuni aspetti: Tra vedere e credere sembra esserci una forte correlazione, nel Vangelo come nella nostra vita. Anche noi … Continua

Domenica di Pasqua

Siamo qui per celebrare il cuore della nostra fede, il kerigma. Al cuore della nostra fede c’è che il fatto che duemila anni fa un uomo dopo essere morto è stato visto ancora vivo. Non trovando il suo corpo, qualcuno l’ha visto in una forma nuova (certo non facile da capire per noi) ma vivo e sicuro fosse proprio quel Gesù che ben conosceva. È una cosa … Continua

Messa in Coena Domini

Abbiamo già meditato a lungo in questa quaresima questo Vangelo, soprattutto durante le vie crucis e ci siamo spesso fermati sul momento del Getsemani o sul processo di Caifa o sul tradimento di Pietro.Mi limito quindi a due osservazioni personali, la prima sul tema della solitudine e la seconda su quello dell’eucarestia. Ci sono tante forme di solitudine descritte in queste letture. C’è la solitudine di Giona … Continua

Domenica delle Palme

Link alle letture Mi sembra che il Vangelo e la festa di oggi siano caratterizzati da una serie di “alti e bassi”. Questi “alti e bassi” mi ricordano gli alti e bassi della nostra vita, anche della nostra vita spirituale che non è mai piatta. La vita non è mai piatta.Anzitutto c’è Gesù che entra a Gerusalemme e viene acclamato dalla folla, c’è una festa di Pasqua … Continua

Solennità dell’Annunciazione

Link alle letture. Il Vangelo di oggi ci pone davanti la domanda più decisiva che l’uomo si possa fare. È la domanda più importante e al confronto, se ci si pensa, tutte le altre domande sono pure curiosità.Ma è vero che Dio si è fatto uomo? È vero che c’è stata una donna a Nazaret che ha accolto Dio? C’è stato questo incontro tra il Mistero e … Continua

IV domenica di Quaresima

Link alle letture Il racconto è narrato con grande cura. Ci sono tre momenti ben distinti nel racconto e, come in un quadro, due fanno da cornice (all’inizio e alla fine) e uno occupa tutta la parte centrale. Interessante che nella parte centrale non c’è Gesù, mentre il protagonista è il cieco stesso e i giudei (compresi i genitori). Soltanto l’uomo guarito e la società del tempo. … Continua