Cristo Re

Link alle letture. Siamo di fronte a una pagina del Vangelo impegnativa e importante. Impegnativa visto il tema trattato, ma anche molto importante visto che è l’ultima parola di Gesù prima del racconto della sua Passione. Da qui in avanti inizierà quell’ostilità che porterà all’arresto e alla morte. Questa è dunque l’ultima parola pubblica di Gesù prima della sua Pasqua e forse ciò spiega in parte il … Continua

Print Friendly, PDF & Email

I domenica dopo la Dedicazione

Link alle letture. “Io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo”.C’è almeno un senso, molto poco miracolistico, per cui credo che questa parola sia vera. Un senso che noi stessi abbiamo già sperimentato tante volte come vero nella vita… Gesù sta parlando alle persone che lo hanno lungamente seguito, sono “i suoi”, sono quelli che ha amato. È un particolare importante, perché è … Continua

Print Friendly, PDF & Email

Dedicazione del Duomo di Milano

Link alle letture. Il Vangelo di oggi contiene tre detti di Gesù. I primi due sono collegati tra loro ed esprimono lo stesso insegnamento: la pianta che si giudica infallibilmente dal frutto, l’uomo buono o cattivo che si distingue dal suo agire e dalle sue parole. Il terzo detto invece contiene un’altro insegnamento ed è stato tagliato nella lettura di oggi: una vita fondata su una certezza … Continua

Print Friendly, PDF & Email

VII domenica dopo il martirio di S. Giovanni

Link alle letture. È difficile spiegare delle parabole; non sono state dette per essere spiegate. È come commentare una poesia: c’è sempre il rischio di capire troppo o di non capire nulla. Tuttavia… La prima cosa che penso si debba dire è che l’espressione “il Regno di Dio” deve suonare misteriosa, ma non totalmente. Io la tradurrei così per renderla più chiara: “l’esperienza di Dio”, “vivere facendo … Continua

Print Friendly, PDF & Email

VI domenica dopo il martirio di S. Giovanni

Link alle letture. La prima cosa importante quando si legge un vangelo come questo è di non fermarsi alla prima impressione. Andremmo a casa con un vago senso di dovere sull’accoglienza che forse non aiuta alla nostra vita, perché si fermerà sempre solo a un imperativo morale. Facciamoci qualche domanda: quando Gesù dice queste parole nel Vangelo di Matteo? A chi sono rivolte e cosa significavano? Siamo … Continua

Print Friendly, PDF & Email

V domenica dopo il martorio di S. Giovanni

Link alle letture. Il vangelo di oggi ha in sé un suo fascino, contiene una sua bellezza nascosta. Ricordo una coppia di sposi che ha scelto questo brano per il giorno delle sue nozze. Gli ho chiesto “perché?” e mi hanno risposto: perché per noi questo è il cuore del cristianesimo e del messaggio di Cristo. Condivido il fascino -come quello della prima lettura- ma credo che … Continua

Print Friendly, PDF & Email

IV domenica dopo il martirio di S. Giovanni

Link alle letture. Provo a ridire con parole mie quello che penso possa essere stato il senso dell’espressione “se uno mangia di questo pane vivrà in eterno “. Sicuramente la comunità di Giovanni viveva già nella celebrazione la “frazione” del pane eucaristico. Tuttavia, l’esperienza di mangiare il corpo di Gesù non è riducibile al solo atto rituale -che ridotto in sé stesso diventerebbe quasi un atto magico- … Continua

Print Friendly, PDF & Email

II Domenica dopo il Martirio di S. Giovanni

Link alle letture. Vorrei iniziare commentando la prima lettura. Un canto poetico antichissimo, siamo nel VIII sec. a. C., ma che ha ancora molto da dire oggi. Anzitutto si tratta di un canto amoroso, Isaia inizia dicendo: “canterò per il mio amato un canto d’amore”. È un canto che parla dell’amore usando un’immagine precisa, forse a noi lontana, ma non priva di suggestioni: l’agricoltore che coltiva una … Continua

Print Friendly, PDF & Email

Domenica che precede il martirio di S. Giovanni

Link alle letture. Credo che il vangelo di oggi sia forse molto noto ma vada spiegato perché si è spesso perso il suo senso originale. La condizione dei bambini posti ad esempio da Gesù è molto lontana da quella di oggi. I bambini del tempo non sono i ragazzi figli unici e coccolati dai genitori, ma sono al contrario persone prive di diritti che crescono in famiglie … Continua

Print Friendly, PDF & Email

Assunzione della B.V. Maria

Link alle letture. È passato molto tempo da quando nel 1950 Pio XII proclamò come dogma e festa l’antichissima tradizione -sia occidentale che orientale (“assunzione” o “dormitio”)- della resurrezione del corpo e dello spirito di Maria. Penso ci faccia bene richiamare quei tempi e capire perché un’antica tradizione a un certo punto divenne una festa. Gli anni cinquanta sono anni che ricordiamo legati al grande miracolo economico … Continua

Print Friendly, PDF & Email